Tornare in forma con i pasti sostitutivi

È passata anche l’Epifania, “che tutte le feste si porta via”. Sì, le feste, ma i chili di troppo purtroppo non se li porta via nessuno. Allora perché non provare a tornare in forma con i pasti sostitutivi?

pasti_sostitutivi_barrette

Il periodo delle feste è inevitabilmente drammatico per quanto riguarda la linea. Panettone, pandoro, dolci tipici ricoperti di cioccolato e miele, per non parlare dei famigerati cenoni e pranzi in famiglia. Tutti gli abusi alimentari della fine dell’anno, uniti alla sedentarietà tipica dei mesi più freddi, hanno sicuramente fatto acquistare peso alla maggior parte di noi.

Per alcuni si tratta degli “innocui” 2 o 3 chili, di cui probabilmente nessuno se ne accorge, ma per altri, invece, l’ago della bilancia potrebbe aver subìto delle notevoli variazioni.

Se Dicembre è il mese dell’alimentazione ipercalorica, Gennaio, al contrario, rappresenta un ritorno al mangiar sano, prestando maggiore attenzione alla linea.

Ma come si può fare per perdere i chili di troppo, senza ricorrere a drastiche rinunce?

Una delle soluzioni che viene spesso presa in considerazione soprattutto da chi vorrebbe perdere peso in tempi abbastanza rapidi, optando per il fai-da-te nutrizionale, è rappresentata dai cosiddetti “pasti sostitutivi”.

Questa scelta dietetica consiste nei famosi “bibitoni” o nelle più comode barrette. Si tratta in entrambi i casi di soluzioni comode ed ipocaloriche, studiate comunque per garantire tutte le sostanze nutritive necessarie per affrontare una dieta equilibrata.

Sono molte le aziende che si occupano della produzione dei pasti sostitutivi. Si possono reperire facilmente in farmacia, ma anche nei supermercati più forniti.

Per riconoscerli, è sufficiente leggere attentamente le indicazioni riportate sulle confezioni. Deve essere indicata prima di tutto la categoria del prodotto, per cui potremmo trovare la dicitura “pasto sostitutivo” piuttosto che “sostituisce un pasto”.

Inoltre, la lista degli ingredienti deve essere chiara e ben leggibile, così come le istruzioni di utilizzo. Deve essere esplicitamente indicata anche la destinazione del prodotto, per cui troveremo un riferimento all’utilizzo per la perdita di peso ed il mantenimento del peso corporeo.

Tutti gli snack dolci e salati in forma di barretta, che si spacciano per pasti sostitutivi, in realtà non lo sono se non è riportato esplicitamente sulla confezione. Consumare questi prodotti giornalmente, al posto degli alimenti “normali”, può comportare gravi carenze e squilibri nutritivi per il nostro organismo.

Ma come funzionano i pasti sostitutivi?

I pasti sostitutivi si pongono come obiettivo quello, appunto, di sostituire un pasto completo. Al loro interno, infatti, sono contenute, in modica quantità, tutte le calorie e le sostanze nutritive che assumiamo nell’arco di un pasto, naturalmente nell’ottica di una dieta dimagrante ipocalorica.

All’interno delle barrette e di tutte le altre soluzioni sostitutive, infatti, troviamo soprattutto carboidrati, i classici “zuccheri” che non devono assolutamente mancare, ma anche grassi “buoni”, fibre e proteine, tutti elementi che dovremmo assumere durante un pasto.

Secondo le indicazioni espresse dalle aziende produttrici, i pasti sostitutivi dovrebbero essere consumati 2 volte al giorno, a pranzo e a cena, integrando i pasti giornalieri con una colazione, uno spuntino ed una merenda a scelta con dei cibi “normali”.

La maggior parte dei nutrizionisti, in ogni caso, consiglia di evitare la sostituzione di entrambi i pasti principali, lasciando il pasto sostitutivo solo a pranzo o a cena.

Per chi vuole perdere peso è sufficiente una sola barretta o bibita per pasto, mentre per il mantenimento se ne possono consumare due per pasto.

Si ricorda comunque di bere molta acqua, almeno un bicchiere ogni ora, per accelerare l’eliminazione delle sostanze di scarto e la depurazione dell’organismo.

Questa voce è stata pubblicata in Dimagrire. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>