Tisane contro il raffreddore

tisane contro raffreddore

Il raffreddore continua a non dare tregua e d’altronde, fino a che il freddo e le piogge non lasceranno spazio alla primavera e alle temperature gradevoli, ciascuno di noi dovrà fare fronte ai malanni tipici delle stagioni invernali.

Per evitare di prendere troppe medicine, possiamo affidarci ad alcune erbe che, utilizzate per tisane e decotti, rinforzano le nostre difese immunitarie e danno una grande mano a combattere il raffreddore e i suoi sintomi con rimedi del tutto naturali. Vediamo dunque le ricette per alcune tisane facili da trovare nelle erboristerie più attrezzate.

TISANE ENERGIZZANTE. Se il raffreddore ha debilitato il nostro organismo togliendoci un po’ di energie, ecco una tisana preparata apposta per tirarci subito su. Gli ingredienti? 30 grammi di radice in polvere di eleuterococco (un energetico ideale per combattere stanchezza e stress), 30 grammi di radice in polvere di maca (che aiuta a sopportare meglio il senso di fatica) e 40 grammi di semi di fieno greco che ha riconosciute proprietà antinfiammatorie e antisettiche.

TISANA RELAX. Una tisana rilassante è quello che serve dopo qualche giorno passato tra le “grinfie” dell’influenza. Per alleggerire la tensione e tornare ad essere in forma, ecco una ricetta facile da fare preparare. 30 grammi di melissa, 40 di passiflora, 10 di arancio amaro e 10 di lavanda e 10 di luppolo. Tutte queste erbe aiutano a rilassare la muscolatura e conciliano il sonno (soprattutto il luppolo che, al pari della valeriana, è adattissimo a coloro che incontrano difficoltà a riposare bene).

TISANA PER STIMOLARE LE DIFESE IMMUNITARIE. La prevenzione è sempre importante, soprattutto per quelle persone che tendono ad ammalarsi troppo spesso. Così, ci si può rifare per tempo affidandoci ad una tisana che aiuti a rinforzare le difese immunitarie del nostro organismo rendendolo più preparato ad affrontare le insidie dell’inverno. La ricetta comprende 20 grammi di echinacea purpurea e 20 grammi di radice di echinacea angustifolia, di cui sono riconosciute le proprietà immunostimolanti, antivirali, antibatteriche e antinfiammatorie. All’echinacea aggiungere 40 grammi di radice di astragalo, 10 grammi di rosmarino e 10 di timo.

Insomma le erbe ci vengono incontro ed è cosa intelligente approfittare delle loro proprietà per aiutare il nostro organismo a combattere il raffreddore in modo naturale. Il momento migliore per bere le tisane sopra descritte è al mattino, dopo avere fatto una bella colazione che rimane sempre una buona abitudine soprattutto quando l’organismo è debilitato dai sintomi dell’influenza. Fatevene una bella tazza consumata calda per venti giorni di fila, seguiti da dieci di sospensione. Poi riprendere per altri venti giorni.

Questa voce è stata pubblicata in Salute e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>