Rimedi naturali per la prostatite: il segreto della serenità

I rimedi naturali per la prostata possono essere utili a eliminare definitivamente l’infiammazione di quella zona che a lungo può anche provocare una disfunzione erettile.

uva ursi

I rimedi naturali utilizzano non solo le erbe ma anche esercizi di yoga specifici atti a irrorare la zona interessata dall’infiammazione. Anche lo stress è un fattore che va evitato ed inoltre è importante evitare alcuni cibi durante gli attacchi di prostatite. Andiamo a vedere tutti i punti in dettaglio:

Il rimedio naturale per la prostatite usando le erbe:

Il corbezzolo nome scientifico Arbutus unedo, della famiglia delle ericaceae se ne utilizza la foglia e la radice ed il frutto. Il costituente principale è l’arbutina ed i tannini. Ha una azione antinfiammatoria antisettica urinaria e astringente. L’impiego terapeutico soprattutto per curare la cistite e la prostatite.

L’uva ursina della famiglia delle ericaceae se ne utilizza le foglie i costituenti principali sono eterossidi fenolici ed i tannini gallici in minima quantità è un antisettico urinario e viene usata per curare la cistite e la prostatite. IL principio attivo l’arbutina viene idrolizzata a livello intestinale e convertita in idrochinone. Le proprietà batteriostatiche dell’idrochinone sono state dimostrate soprattutto sull’E.coli e staphylococcus aureus. Per far si che l’uva ursina possa agire bisogna avere un pH alcalino delle urine che permette il rilascio del principio attivo.

rimedi naturali prostatiteInfatti durante la prostatite è importante curare l’alimentazione eliminando caffè, e cibo piccante diminuire inoltre i carboidrati raffinati aumentare il quantitativo di frutta e verdura per alcalinizzare il corpo il più possibile riducendo cos’ l’infiammazione del tratto uro genitale.

Per quanto riguarda gli esercizi di yoga il Mula bandha con la posizione di ardha marsyendrasana è fondamentale contraendo l’addome ed il perioneo per spingere linfa e sangue ossigenato verso la parte bassa dell’addome e quindi facilitare l’ossigenazione dei tessuti e migliorare il ricambio e la depurazione della prostata.

 

Questa voce è stata pubblicata in Salute e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>