Proprietà proteine alimenti : A cosa servono

alimenti proteine

Le Proprietà delle Proteine sono molto inportanti ai fini della’limentazione sana e bilanciata , è imporatne conoscerne le forme ed il loro metabolismo per capire come devono e possono essere introdotte nell’alimentazione. Le proteine sono formate per lo più da catene alfa di aminoacidi della serie L uniti fra loro dal legame peptidico.

Nella costituzione di queste catene sono coinvolti 20 aminoacidi e pertanto a livello cellulare, dove ha luogo il processo della sintesi proteica, essi devono essere tutti contemporaneamente presenti. La sequenza di questi aminoacidi nella catena peptidica è geneticamente determinata e stabilisce quella che sarà la funzione delle diverse proteine. Nel nostro organismo le proteine hanno un turnover molto veloce in base al tessuto che viene preso in considerazione ed all’attività fisica svolta è per questo che il contenuto minimo di proteine nella dieta deve essere di circa 0,8 1 r per poter supportare il continuo spostamento elle proteine.

Esistono due vie imporanti per modulare il metabolismo delle proteine alimentari, . IL turnover consente il traffico intra ed inter cellulare degli aminoacidi ed il loro riutilizzo per la sintesi delle proteine al momento della necessità. Il turonver proteico ha le seguenti caratteristiche, è esteso il che vuol dire che tutte le proteine sono sogette a questo ricambio metabolico. e’ anche eterogeneo ha una velocità diversa in base alla tipologia di proteine coinvolte. E’ soprattuto intracellulare, la demolizione delle proteine avviene nella cellula. e’ regolato da controlli anche di natura ormonale. Quali sono allora i fatori che danno avvio al turnover delle proteine:

La velocità del ricambio proteico è inversamente proporzionale alla massa dell’animale, e ha anche un calo con l’età per cui bisogna stare attenti alla quantità di proteine ingerite, varia anche fra i diversi organi e tessuti con un rapido turnover epr gli orani interni intestino e fegato ed è invece più lento nel muscolo. Queto turnover proteico richiede però energia che costituisce circa il 20% dell’intera eneria spesa per il metabolismo basale.

Ma come viene regolato questo turnover proteico?

Per lo più la sintesi e la degradazione delle proteine sono influenzate dallo stato della nutrizione proteica ed energetica dell’individuo ed anche da alcuni ormoni com l’insulina , l’ormone della crescita ed i glucocorticoidi. . La sintesi delle proteine parte dalla trascrizione dell’mRNA con i relativi fatori costituenti alla successiva post traduzione fino all’assemblamento da parte dei Ribosomi. . Questa prima sintesi a breve temine è sempre attiva in quanto i famosi ribosoni o RNAt sono sempre saturi nella cellula di aminoacidi in modo da poter essre sempre in grado di fabbricare proteine anche nei casi di una alimentaione povera di queste ultime. L’adattamento molecolare mediato da alcuni ormoni per esempio nello stato di malnutrizione permette i capire molte cose sul metabolismo proteico . Infatti durante la mancanza di proteine gli RNAt diminuiscono in percentuale nei muscoli ed aumentano nel fegato epr permettere il turover degli organi interni.

I sistemi epr la degradazione delle proteine sono per lo più 3

  • il sistema autofagico lisosomiale,
  • il sistema calpaina-calpastatina
  • il sistema ubiquitina proteasoma.

Quest’ultimo è il sistema ad oggi meglio conosciuto , esso ha 4 caratteristiche chiave, è largamente diffuso fra i tessuti ha una specificità ampia catalizza l’idrolisi complessa del substrato ed infine è ATp dipendente.

Alcune proteine come il collagene , la miosina l’elastina sono caratterizzate dalla presenza di aminoacidi particolari che derivano da modificazioni post-traduzionali . Altre proteine invece sono importanti per la formazione delle masse muscolari . L’intenso allenamento può portare infatti alla degradazione di tali proteine se non vi è un aumento della percentuale di proteine ingerite con gli alimenti.

Questa voce è stata pubblicata in Dimagrire e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>