Pennelli per make up: come usarli

pennelli make up
Ne esistono svariati tipi di pennelli per il make up:possono avere la punta tonda o piatta, le setole naturali o sintetiche, essere grandi , medi o piccoli.
Non se ne può usare uno per l’altro poichè ognuno ha la sua funzione ed il suo utilizzo. Guardiamo allora come usarli per esaltare ancora di più il make up.

I pennelli, indipendentemente dalla forma , si dividono in pennelli con pelo sintetico e pennelli con pelo naturale. I primi sono più economici, quindi è possibile averne di diversi e cambiarli spesso quando risultano logori o consumati. i pennelli con setole naturali, ad esempio di pony, di scoiattolo o di martora, sono più costosi, ma allo stesso tempo garantiscono risultati migliori e durano di più nel tempo: vanno cambiati solo quando i peli sono diventati troppo duri.
Per il resto ad ogni forma e dimensione è affidato un uso.

I pennelli piccoli possono essere a lingua di gatto, a taglio obliquo, con la punta sottile o a ventaglio.
I pennelli a lingua di gatto servono per sfumare la matita sulle labbra e sugli occhi in modo da addolcire il tratto evitando di renderlo troppo netto e pesante, mentre quello dal taglio obliquo è utilizzato per dare il rossetto in modo più preciso e definito anche nei punti più sottili.
Quello con la punta sottile serve per delineare con precisione la riga dell’eye liner o per definire il contorno della bocca con il rossetto. Infine il pennello a ventaglio si passa sul viso a make up ultimato per rimuovere i residui di polvere dal viso.

I pennelli medi possono avere la punta a lingua di gatto a taglio obliquo.
I primi servono per stendere l’ombretto sulla palpebra in modo uniforme, mentre gli altri si usano per sfunare la matita sulle sopracciglia.

I pennelli grandi possono essere: tondi, ottimi per dare terra, fard o cipria, a lingua di gatto, indicati per stendere i prodotti in crema come correttore e fondotinta, di taglio obliquo, ideale per definire con il blush o il fard alcuni lineamenti del viso.
I pennelli più sono grandi e più morbide devono essere le setole; vanno usati dando delle pennellate morbide con movimenti circolari in modo da stendere uniformemente il prodotto ad eccezione del pennello di taglio obliquo che va mosso sempre dall’interno verso l’esterno.

I pennelli vanno tenuti in un astuccio che non sia lo stesso dei trucchi per evitare che la polvere di ombretti e fard possa sporcarli. Inoltre è buona regola lavarli almeno 1 o 2 volte al mese con sapone per piatti e acqua calda o sapone di marsiglia e acqua tiepida. Vanno fatti asciugare all’aria e prima di usarli assicurarsi che non siano ancora bagnati.

Questa voce è stata pubblicata in Bellezza. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>