Mobilità articolare esercizi: Usate le clubbell

La mobilità articolare è fondamentale per aumentare l’elasticità e gli esercizi migliori sono quelli effettuati con le Clubbell. La mobilità articolare dipende da tutta una serie di fattori fisiologici e genetici che possono influire sull’ampiezza del movimento e sulla sua efficacia, inoltre se trascurata a lungo l’articolazione può accumulare metaboliti tossici e predisporre il soggetto a lesioni oltre che ridurre la mobilità dell’arto difficile poi da recuperare a breve termine.

MObilità articolare clubbell

Per capire bene come migliore con specifici esercizi la mobilità articolare è fondamentale visualizzare e comprendere le caratteristiche chimico fisiologiche del tessuto stesso. Tutte le articolazioni del nostro scheletro escludendo quelle adibite a sorreggere il peso sono incapsulate in un tessuto denominato “Sinovio”. Questo tessuto è importante per aiutare l’articolazione a svolgere la sua normale funzione meccanica e a proteggere i legamenti . La camera sinoviale è ricoperta da uno strato di tessuto connettivo e filamenti ligamentosi che la rendono un tessuto vivo in grado di espletare numerose funzioni.

mobilità articolazioneL’interno di questo spazio isolato è riempito con del liquido speciale composto per lo più da plasma, filtrato dal sistema capillare e da una serie di mucopolisaccaridi, per lo più acido ialuronico, che vengono secreti dalle cellule stesse della membrana sinoviale.

Il liquido sinoviale contiene le tipiche proteine contenute nel plasma ed il livello di proteine all’interno della camera devono rimanere costanti per la sua funzionalità. Infatti una modifica della tipologia di proteine presenti al suo interno può essere un sintomo di numerose malattie tipiche dell’apparato scheletrico ( artriti, spondiliti, ect.).E’ molto importante capire che all’interno delle articolazioni si possono trovare anche acido lattico e acido urico, ed altre molecole che influenzano il pH del sangue. La loro concentrazione può variare e se troppo abbondanti possono ledere le normali funzione dell’articolazione. Lo stato nutrizionale dell’individuo è quindi fondamentale per mantenere in un buon stato di salute le proprie articolazioni.

Gli esercizi migliori per migliorare la mobilità articolare sono quindi esercizi che agiscono sulla compressione e l’allungamento della capsula sinoviale questo perchè attraverso questo movimento ad elastico è possibile indurre una migliore lubrificazione e apporto di nutrienti. Come abbiamo visto infatti l’articolazione tende a scambiare metaboliti con il sistema capillare, tutti i movimenti che apportano sangue alle articolazioni con un movimento pressorio di compressione e rilascio sono quindi indicati per migliorare lo scambio ed eliminare le tossine.

L’attrezzo migliore sono le Clubbell:

questo strumento per migliorare la mobilità articolare è stato utilizzato per secoli dagli indiani. La clubbell presenta un manico robusto sul quale effettuare la presa con entrambe le mani, il peso è decentrato tutto sulla parte superiore ed è proprio questo effetto leva che durante la rotazione per forza centrifuga permette una ginnastica gradevole alle articolazioni. L’aumento dell’elasticità e mobilità si ottiene in poco tempo attraverso un rimodellamento del tessuto connettivo che tende a diventare più elastico. Inoltre l’effetto spugna creato da questi movimenti circolari permette di utilizzare il tessuto sinoviale come un filtro in grado di agevolare il ricambio dei nutrienti.

Esercizi per mobilità con clubbell:

  • Numero 5 rotazioni a 360 gradi sopra la testa 
  • Numero 5 swing con affondi sulle gambe

Con questi movimenti circolari saremo in grado di migliorare la mobilità articolare del corpo utilizzando sia la cintura scapolare, quella del bacino ed infine le articolazione delle ginocchia

Questa voce è stata pubblicata in Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>