Le 5 mosse contro il senso di gonfiore addominale

Ci sono alcune semplici regole da seguire nell’alimentazione che possono aiutare a mantenere pancia piatta e sgonfia. Vediamo quali sono le mosse anti-gonfiore.

pancia piatta

Molto spesso ci sentiamo gonfi senza sapere perché. Magari non mangiamo nemmeno tanto, beviamo pochi alcolici e evitiamo le bibite gassate ma la nostra pancia non è piatta ed è sempre indolenzita. Succede a molte persone e non sempre è facile capire i motivi che causano il senso di pesantezza. Onde evitare questi spiacevoli fastidi, ci sono alcune semplici regole da seguire nell’alimentazione che possono aiutare a mantenere pancia piatta e sgonfia. Vediamo quali sono le mosse anti-gonfiore.

1. Bere tanta acqua. Almeno un litro a mezzo al giorno, rigorosamente naturale. L’acqua gassata a volte disseta di più ma le bollicine sono il nemico numero uno della nostra pancia. Se proprio non ci va di bere acqua liscia, aggiungiamo uno spicchio di limone che contribuisce a togliere il senso di sete oppure tisane depurative e drenanti: ne troveremo a bizzeffe in erboristeria. Tornando all’acqua, scegliere sempre un tipo di acqua povero di sodio e bere sempre lontano dai pasti.

2. Via libera a ravanelli, rucola e finocchi. Ovvero tutte quelle verdure che sono ricche di fibre e acqua e che facilitano la diuresi aiutando dunque a smaltire i liquidi in eccesso. Anche il carciofo è una verdura antigonfiore perché contiene anch’esso fibre oltre che l’inulina, una fibra solubile che appartiene alla classe dei prebiotici ed è particolarmente indicata nel ridurre in modo sensibile i gas intestinali oltre che facilitare la digestione.

3. Consumare yogurt. In commercio ce ne sono tanti ma affidarsi a quelli probiotici è sicuramente una mossa perfetta per combattere il senso di gonfiore addominale. Questo tipo di yogurt contribuisce a regolarizzare l’intestino e si sa che l’essere regolare è fondamentale per non avere l’addome gonfio e indolenzito. Uno al giorno al mattino è sicuramente una buona abitudine.

4. Mangiare tanta frutta. Alcuni tipi sono certamente più indicati di altri. Per esempio vanno benissimo i kiwi, perché sono ricchi di vitamina C e contribuiscono a regolarizzare l’intestino. Un kiwi al giorno è la quantità ideale per assicurarsi nel tempo una certa regolarità intestinale. Anche l’ananas va bene: è un toccasana per combattere la ritenzione idrica, brucia i grassi e aiuta l’intestino pigro. Ancora, aiuta la digestione.

5. Evitare i dolci. Torte e biscotti fanno ingrassare, e questo è vero, ma contribuiscono anche ad un senso di pesantezza addominale che di certo non ci aiuta a stare bene. Se non sappiamo rinunciare al dessert, optiamo per qualcosa di più leggero possibile: magari un gelato al limone.

Questa voce è stata pubblicata in Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>