La dieta planck funziona: risultato garantito

La dieta Plack funziona sembra che il risultato sia garantito ma quali sono gli aspetti fondamentali di questa dieta che impazza sul web? Il principio fondamentale è quello della deita iperproteica estrema con un coadiuvante attivatore naturale della lipasi come la caffeina riuscirete a perdere peso senza danneggiare i vostri organi

Segreti per dimagrire

La dieta Max Planck, eccone un’altra ma funzione? di questa non se ne conosce neanche la vera origine, impazza sul web ma nessuno si è mai chiesto su quali basi scientifiche e nutrizionali e soprattutto da quale medico nutrizionista, biologo o dietologo è stata creata. Qui di seguito abbiamo deciso di analizzare punto per punto la dieta Planck per capire se sia veramente efficace per perdere peso in modo salutare.

La dieta Planck è praticamente una dieta iperproteica dove bisogna seguire in modo molto specifico gli alimenti consigliati per circa 2 settimane, essa garantisce una perdita di circa 9 kg e inoltre garantisce la stabilità del peso raggiunto in un lungo periodo.

Colazione:

A colazione il primo giorno si beve sul del caffè senza additivi , zuccheri i dolcificanti, questa strategia viene utilizzata per incrementare l’effetto brucia grassi del digiuno notturno e attraverso la caffeina aumentare i grassi disponibili come fonte di energia una volta liberati dal tessuto adiposo.  Il secondo giorno a colazione oltre al caffè in grande quantità e senza restrizioni viene anche aggiunto un 70gr di pane di crusca o pane integrale o pane di Altamura. Il terzo giorno il caffè di nuovo questa volta con succo di limone e carote , il giorno successivo di nuovo caffè e pane per finire il fine settimana tè al limone al posto del caffè. e succo di limone.

Pranzo:

A pranzo la Max Planck dieta offre una maggiore varietà di alimenti. Il primo giorno sono consigliate 2 uova bollite con gli spinaci. Il secondo giorno una bistecca con l’insalata oppure della frutta. Il terzo giorno di nuovo sulla tavola 2 uova bollite e una insalata di lattuga e pomodori. Il quarto giorno di nuovo uova lesse questa volta una sola con carote lesse e della ricotta. Il quinto giorno pesce bollito con pomodori. Il sesto giorno petto di pollo alla griglia. Infine una bistecca alla griglia con frutta e verdura. IL pranzo quindi è molto ricco in proteine animali e molto povero di carboidrati.

Cena:

Nella fase finale della giornata la dieta max planck, nominata non si sa per quale motivo in onore del fisico tedesco, inserisce di nuovo bistecca alla griglia e l’insalata mista. I giorni successivi si può alternare: prosciutto cotto, prosciutto crudo e insalata mista.  Una pausa a metà settimana a base di yogurt e frutta secca. L’ultimo giorno invece puoi mangiare quanto vuoi senza limiti o tipologia di alimenti.

La dieta max planck funziona davvero? analizzando gli alimenti che sono consigliati, è soprattutto molto ricca di proteine animali e povera di carboidrati quindi sicuramente è in grado di aiutare a perdere peso ma solo perchè riduce drasticamente le riserve di glicogeno muscolare e con esso la perdita di liquidi. Considerando che il nostro corpo è costituito per lo più di acqua , perdere liquidi significa perdere peso ma non necessariamente grasso corporeo. L’elevata quantità di proteine comporta anche una conservazione della massa magra, ma anche una iper acidificazione dell’organismo. I reni dovranno fare un lavoro extra per eliminare le scorie sia degli alimenti che dell’azoto molecola di scarto del ciclo proteico, per cui dovete considerare di consultare un medico e soprattutto bere molta acqua durante il giorno almeno 3 litri per facilitare le funzioni di depurazione dell’organismo.

Sicuramente la dieta planck non è bilanciata nell’apporto di nutrienti e credo che sia possibile farla solamente per 2 settimane solo al fine di evitare danni fisiologici agli organi. La sconsigliamo vivamente

La dieta planck funziona: risultato garantito, 4.0 out of 5 based on 3 ratings
Questa voce è stata pubblicata in Diete. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>