La dieta per rinforzare la memoria

Scuola e lezioni all’università sono iniziate già da un po’, e dopo due mesi di sveglia al mattino presto e di studio intenso, la concentrazione e la memoria iniziano a scarseggiare. Per riuscire a resistere almeno fino alle vacanze di Natale, possiamo stimolare l’attività del nostro cervello aiutandoci con gli alimenti per rinforzare la memoria.

Ma quali sono le sostanze che non devono mai mancare nella nostra dieta per dare energia e sostegno alla mente? Scopriamolo insieme.

cervello-cibi-dieta-per-la-memoria

  • Fosforo: a chi non è mai capitato di sentirsi dire, dopo aver dimenticato un appuntamento o un impegno importante, la famosa frase “fai una bella cura di fosforo!”? Questo minerale, infatti, è da sempre associato alla memorizzazione, ma aiuta anche a rinforzare i denti e le ossa. Lo ritroviamo soprattutto in pesce, frutta secca, semi di zucca e di girasole e latte.
  • Omega-3: questi acidi grassi hanno la capacità di rendere più resistenti le cellule del nostro corpo, in particolare quelle nervose. Una volta che subiscono dei danni o che invecchiano, infatti, queste cellule non possono più essere riparate, per cui è importante mantenerle sempre in ottime condizioni. Il pesce grasso, come sgombro, alici, sardine e salmone, è una ricca fonte di Omega-3.
  • Vitamine: le vitamine fanno bene, e questo è un dato di fatto. Non tutti sanno, però, che alcune vitamine possono aiutarci a migliorare la concentrazione, come quelle del gruppo B, contenute in tutti gli alimenti di origine animale. Le vitamine C ed E, contenute in frutta e verdura, hanno proprietà antiossidanti, per cui proteggono le cellule nervose dall’invecchiamento.
  • Zinco: questo oligoelemento è presente un po’ ovunque, dagli alimenti di origine animale a cereali e legumi. È un ottimo alleato degli studenti, perché stimola la concentrazione e mantiene costanti i livelli degli zuccheri nel sangue, garantendo sempre la giusta energia alla nostra mente.
  • Zuccheri: il cervello si nutre di zucchero e ossigeno, per cui bisogna prevenire i cosiddetti “cali” di zuccheri. Evitiamo gli zuccheri raffinati e i dolciumi, che innalzano la glicemia in modo brusco e temporaneo. Invece scegliamo degli alimenti che forniscono zuccheri in modo continuo, senza picchi glicemici, come mele, legumi e cereali integrali.
  • Colina: questa sostanza è presente soprattutto nel tuorlo delle uova ed è considerata l’alleato ideale per la memoria e la concentrazione.
  • Flavonoidi: si tratta delle sostanze antiossidanti per eccellenza. Li ritroviamo principalmente nel cacao e nel tè verde.

Per avere un’ottima memoria, bisognerebbe inserire queste sostanze nella dieta di tutti i giorni.

Questa voce è stata pubblicata in Diete. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>