La dieta ideale per dimagrire: Dr.J perdere peso con l’epigenetica

La-dieta-migliore-per-dimagrire

Arriva l’estate rimane poco tempo , ci guardiamo allo specchio alla ricerca di imperfezioni da eliminare, accumulo di adipe nell’interno coscia, pancia, insomma non ci piace la nostra figura è il momento di agire perchè rimane poco tempo prima della prova costume. La maggior parte delle diete iperproteiche sono considerate l’ideale pr dimagrire velocemente ma il problema fondamentale a lungo termine di questa tipologia di diete: agiscono solo sulla perdita di liquidi presenti nel muscolo , per lo più acqua che si accompagna alle riserve di glicogeno muscolare epatico.

Non sono in grado di stimolare il metabolismo lipidico anzi rallentano il metabolismo che si vede deprivato della sua migliore fonte di energia , la più efficiente, gli zuccheri. Qual’e allora la dieta ideale per dimagrire. Gli studi oramai sono chiari sull’argomento ma le persone per pigrizia scelgono sempre la via più rapida e meno faticosa, la dieta ideale per dimagrire è  la Dieta metabolica molecolare del Dr. J.

La dieta metabolica è la migliore, molto semplice: prende in considerazione un aspetto fondamentale del nostro metabolismo vale a dire la risposta genetica agli stimoli esterni, l’epigenetica. Crediamo erroneamente che il nostro DNA sia definito dalla nascita e i geni che ci portiamo dietro non siano in grado di essere modificati sen non con la manipolazione della biologia molecolare. Il DNA invece è una molecola intelligente in grado di reagire velocemente anche in pochi minuti a stress ambientali esterni proprio perchè l’adattamento immediato a cambiamenti esterni è in grado di aumentare la probabilità di sopravvivenza dell’organismo.

Esiste una evoluzione a lungo termine ma anche a breve termine si chiama evoluzione molecolare. La dieta metabolica molecolare elaborata da Extremefit e dal Dr. J si basa su due principi fondamentali:

  1.  Adattamento metabolico proporzionale
  2.  Esercizio fisico inverso

Vediamone gli aspetti fondamentali:

Se dobbiamo perdere peso la prima cosa da fare è quella di riattivare il metabolismo, come è possibile farlo, proprio con l’esercizio fisico. La pratica sportiva intensa e breve è in grado di fornire uno stimolo esterno al metabolismo e proprio alle cellule più importanti: le cellule muscolari , le nostre alleate nella perdita del grasso corporeo.

La prima fase è quella dell’incremento dell’attività fisica a corpo libero. Muovere il corpo nello spazio con una serie di esercizi semplici ma efficaci nel modificare il metabolismo ormonale e muscolare delle cellule.

Durante questa prima fase che dura una settimana l’alimentazione deve ridurre parzialmente e progressivamente il contenuto di zuccheri fino ad arrivare ad un massimo di 150gr di zuccheri (intendo carboidrati complessi a basso indice glicemico e carico glicemico). In questa fase infatti noi stiamo condizionando il corpo e soprattutto le cellule muscolari ad essere più efficienti nell’utilizzo dell’energia spostando il loro metabolismo sui grassi.

La fase di attività fisica deve essere inversamente proporzionale alla diminuzione degli zuccheri durante l’arco della settimana questo per ottenere la risposta molecolare cellulare migliore. Il primo giorno l’attività fisica deve essere moderata e lunga almeno 90 minuti (camminare, correre, step, ect.) con il progredire della settimana i carboidrati diminuiscono e l’attività fisica diventa più intensa e più breve.

Dopo due settimane di questo condizionamento metabolico molecolare sarete in grado di passare alla fase due:

Integrare i nuovo gli zuccheri partendo da un’attività molto intensa e breve per arrivare ad una attività lunga massimo 90 minuti con il carico glicemico massimo che non deve superare il 45-50% delle calorie massime calcolate in base al vostro BMI.

Questa è la dieta ideale per dimagrire e la dieta Metabolica molecolare.

Questa voce è stata pubblicata in Dimagrire. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>