La dieta delle dodici ore

Per dimagrire le prime regole da seguire sono sempre le stesse: mangiare di meno e muoversi di più. Ma c’è un altro elemento che combinato ad una dieta sana ed all’attività fisica, può portare a perdite di peso anche notevoli: la regolarità. Pochi sanno, infatti, che mangiare in orari sempre differenti fa male alla stabilità dell’organismo. Anche i cosiddetti spuntini di mezzanotte possono essere davvero dannosi per il nostro stomaco.La regola importante è quella di digiunare per un periodo di minimo di dodici ore di seguito.

Rispettare l’orologio biologico porta ad un miglioramento generale dello stato di salute, un equilibrio maggiore dell’organismo e soprattutto fa in modo di prevenire il diabete. A sostenere questa regola d’oro “delle dodici ore” è il team di studiosi Salk Institute di San Diego negli Stati Uniti che ha dimostrato l’estrema importanza di avere una certa regolarità nel realizzare i vari pasti. Le dodici ore di digiuno e la regolarità sono elementi che risulterebbero inutili senza una dieta bilanciata e povera di grassi, ma possono dare una mano a chi sta seguendo una dieta dimagrante; una mano in più per chi vuole perdere peso.

13940453215_a6fa581f28

Le dodici ore di digiuno fanno sì che l’organismo possa smaltire, con il tempo giusto, la quantità di cibo assunto, liberandosi dei grassi in eccesso. L’arco di tempo che va dalla colazione mattutina alla cena deve essere ben preciso e non deve superare le 14 – 15 ore; se si trascura questo dettaglio si rischia seriamente di andare incontro all’obesità. La dieta delle 12 ore e dell’orologio biologico è frutto di uno studio molto serio realizzato all’università americana attraverso l’utilizzo dei topi di laboratorio.
I roditori sono stati divisi in due gruppi diversi: ai primi era possibile mangiare solo in orari precisi ed in un arco di tempo stabilito di nove, dodici o quindici ore mentre i secondi potevano accedere al cibo ogni volta che lo desideravano; il risultato è stato che mentre i primi risultavano magri ed agili, i secondi dopo un certo periodo di tempo, erano praticamente obesi.

Fonte: sosdieta.com

photo credit: Awesome Salad via photopin (license)

Questa voce è stata pubblicata in Diete. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>