La dieta del pH alcalino per vivere in forma

La dieta del pH alcalino è la dieta migliore per poter eliminare le scorie del corpo migliorare la prestazione sportiva e sentirsi in forma. La cosa fondamentale della dieta del pH è quella di utilizzare molte versure e ridurre al massimo le proteine di tipo animale che contengono molte tossine derivate dai metodi di allevamento. Durante la deita del pH , il vostro stato di salute migliorerà a vista d’occhio garantito

la dieta del pH

Il pH del corpo è fondamentale per la salute dei nostri organi, una dieta a pH neutro (quello fisiologico) insieme ad un’attività  fisica specifica, vi permetterà di vivere una vita più sana e longeva. Tutti i nostri organi sono immersi in una matrice denominata Fascia che li protegge e permette il passaggio dei nutrienti necessari alla loro vitalità. Questa matrice per espletare la sua funzione deve mantenere un pH interno simile a quello dell’acqua marina (8 e 8,5).

A causa del mostro stile di vita sregolato e una alimentazione poco bilanciata,  le reazioni metaboliche dell’organismo formano tutta una serie di composti acidi come, ad esempio

  • l’acido urico
  • l’anidride carbonica
  • l’acido lattico
  • l’acido acetico
  • l’acido salico

Questi sono in grado di modificare il pH del sangue e della fascia ad un livello tale da influenzare tutti gli organi del nostro corpo. Gli acidi così accumulati negli organi hanno un impatto distruttivo sulle cellule e nel tempo possono dare origine a tutta una serie di malattie. Alcune cause dell’acidificazione del corpo tipiche della dieta sono:

  • troppi zuccheri raffinati
  • le proteine
  • l’alcool
  • la nicotina
  • i grassi saturi
  • lo stress inteso come rabbia ed aggressività
  •  i numerosi metalli pesanti e tossine presenti nel cibo
  •  i problemi psicologici infantili

Come possiamo valutare il nostro stato di acidità?

Il nostro corpo è in grado di neutralizzare l’iperacidità presente nell’organismo, esso però  attinge da diverse riserve minerali come le ossa, la linfa, il sangue, la respirazione, la cui efficienza non è eterna. L’organismo reagisce in questo modo solo per poter tamponare una situazione che non è fisiologica ma il problema della iper acidità non può durare troppo a lungo poichè potrebbe avere conseguenze dannose per gli organi. I primi tessuti ad essere modificati da un ambiente acido sono quelli più profondi come la fascia ed il tessuto connettivo, il blocco e l’irrigidimento di questa zona, a causa di un aumento della matrice acida, inibisce la comunicazione fra gli organi vitali, è questo il primo passo verso le malattie degenerative.

L’iper acidità del corpo è per lo più tamponata dai globuli rossi che si prendono carico dell’eccesso degli ioni H+, questo però a lungo termine va a scapito della loro estrema elasticità. L’impalcatura interna dei globuli rossi è infatti multi dinamica e permette un’ ampia malleabilità spaziale della loro forma per poter attraversare l’intera rete capillare dell’organismo e svolgere il loro compito: portare ossigeno. La modificazione del pH determina un irrigidimento dei globuli rossi che non sono più in grado di muoversi liberamente sull’intera rete di vasi, ciò influisce sull’ossigenazione dei tessuti e quindi sul loro rendimento metabolico.

Misurare il pH in casa è possibile con l’acquisto strisce alca test che modificano il loro colore in base all’acidità dell’urina. Se dopo circa 4 test giornalieri il valore medio è inferiore a 6 , il vostro corpo sta vivendo in un costante stato di iper acidità è il momento di agire

La dieta acida

La nostra alimentazione è per lo più abbondante di acidi: proteine della carne, del pesce, del pollame, delle uova , latticini, carboidrati ( le patate, il riso, la pasta, il pane). La digestione delle proteine e dei carboidrati necessita, per avvenire in modo completo, di un pH diverso, quando ingeriti in grandi quantità in un singolo pasto possono mettere in crisi il sistema digestivo che reagisce con una iperacidità dell’organismo.

Quali sono allora gli alimenti che ci possono aiutare a rendere il nostro corpo più alcalino

La dieta del pH: alimenti utili per preparazioni alcaline

  • Mandorle dolci
  • Nocciole
  • Pasta di soia
  • amodi di patate
  • Lenticchie
  • Fagioli bianchi
  • Noci di soia
  • Lecitina di soia pura
  • Asparagi
  • Cipolla
  • Cavolfiore
  • Cavolo riccio
  • Cavolo rosso
  • Insalata di campo
  • Piselli freschi
  • Porro
  • Crescione
  • Erba cipollina
  • Foglie di porro
  • Fagiolini verdi
  • Spinaci alla fine di marzo
  • Sedano
  • Pomodori
  • Invidia di campo
  • Dente di leone
  • Cetriolo di campo
  • Rapa
  • Patate
  • Funghi porcini
  • Carote
  • Ribes rosso
  • Fragole
  • Pere
  • Ciliegie
  • Mela matura
  • Ananas
  • Lampone
  • Prugne
  • Mirtilli
  • More
  • Uva
  • Limoni
  • Mandarini
  • Uva sultanina
  • Fichi secchi

Seguendo la dieta del pH per almeno 3 mesi si eviteranno molte problematiche psico fisiche fra le quali :

mancanza di energia , prestazioni lavorative carenti, dolori muscolari, improvvisa stanchezza dopo i pasti, raffreddamenti frequenti, piedi e mani freddi, allergie ad altro ancora.

Una volta iniziata la dieta del pH in poco tempo sarete in grado di verificarne i suoi benefici, l’energia fisica, mentale e spirituale incrementerà notevolmente e la vostra vita cambierà in modo repentino.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Diete. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>