Konjac, proprietà e benefici

konjac

In pochi forse conoscono il konjac, una pianta coltivata in tutto l’Oriente e che spopola in Giappone ormai da millenni. Questa pianta ha molte proprietà e benefici: andiamo a vedere quali. Intanto partiamo da una precisazione: la radice di konjac viene comunemente chiamata glucomanno che altro non è che un polisaccaride di cui il tubero di questa pianta è particolarmente ricca. Il glucomanno riesce ad assorbire fino a cento volte il suo peso appena arriva a contatto con l’acqua: questa premessa è importante per spiegare come il konjac sia particolarmente indicato per coloro che soffrono di stitichezza.

Il glucomanno infatti tende a gonfiarsi a contatto con l’acqua, aumentando di conseguenza il proprio volume, e una volta ingerito riduce drasticamente il tempo di transito intestinale, aiutando dunque coloro che sono stitici. Sempre per lo stesso motivo, la radice di konjac è indicata anche per coloro che seguono una dieta dimagrante: a contatto con l’acqua il glucomanno diventa gelatinoso e, raggiunto lo stomaco, tende a dilatare le pareti gastriche riducendo dunque il senso di appetito. Ma in quali alimenti si trova il konjac? Per esempio negli shirataki, un tipo di spaghetti molto ricco di questo tubero.

Gli shirataki possono essere cucinati come un normale spaghetto e conditi a piacere con pomodoro, pesce e tutto quello che possiamo utilizzare in cucina per una semplice pasta. Solo che, rispetto ad un piatto di pasta normale, contengono molte meno calorie: non più di 10 ogni 100 grammi. Non contengono carboidrati né glutine e sono ricchi di fibre solubili. Una vera svolta, insomma, per coloro che devono ridurre le calorie.

Il konjac è dunque l’ideale per coloro che vogliono perdere peso perché aumenta il senso di sazietà. Ma non solo: perché grazie alla viscosità della sostanza, grassi e zuccheri tendono ad essere eliminati con più facilità dall’organismo. Dicevamo che l’origine di questa pianta è molto antica ma in Occidente è ancora poco conosciuta. Anche se ultimamente alcuni diete hanno introdotto la presenza di questa radice individuando nel konjac un alimento che favorisce la perdita di peso. Un esempio? La contestatissima dieta Dukan che fa del konjac uno dei suoi punti di forza da consumare nelle tre fasi tipiche di questa dieta (fase d’attacco, di crociera e di consolidamento). Al netto di tutte le perplessità sollevate sulla dieta Dukan (che non tratteremo però in questo post), la cosa che è certa è che il konjac è oggettivamente riconosciuto come valido aiuto in una dieta che punti a fare dimagrire.

Questa voce è stata pubblicata in Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>