Il fitness fa dimagrire e fa bene al cervello

fitness fa bene al cervello

Che lo sport faccia bene al fisico è ormai un’assioma, accettato e conosciuto da tutti, ma recenti studi hanno dimostrato come l’attività fisica, specie quella di tipo aerobico, abbia un’influenza più che positiva sul cervello e la sua attività.
Infatti è stato dimostrato come alcune discipline come il nuoto, la corsa, il ciclismo, il calcio,…, aiutano i neuroni a mantenersi giovani e a pontenziare le capacità cognitive come ragionamento, memoria e concentrazione.

E’ risaputo che le attvità aerobiche, non troppo intense ma prolungate nel tempo, aumentano l’ossigenazione in tutto il corpo e quindi anche nei distretti cerebrali. I neuroni si mantengono giovani perchè le attività aerobiche ostacolano la produzione dei radicali lberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare. Viene contrastato così il decadimento cognitivo e si ritardano le malattie neurodegenerative.

cervelloScendendo nel particolare, c’è da dire che fra gli sport, quelli di squadra e quelli che portano ad un utilizzo simmetrico di tutte le parti del corpo, migliorano le capacità cognitive quali la memoria, la concentrazione e la coordinazione. Inoltre gli sport di squadra obbligano il cervello a decidere in tempi brevi le mosse da fare prevedendo anche quelle degli avversari, stimolando così le aree dell’emisfero sinistro, sede delle capacità di ragionamento, di comprensione e di produzione del linguaggio. Dall’altra parte anche l’emisfero destro è chiamato in causa in quanto deputato alle attività creative e dell’immaginazione che in questo caso scendono in campo essendo necessario sapere e dovere improvvisare.

Gli sport che invece prevedono l’utilizzo costante di un attrazzo, come la scherma, il tennis, il ping pong, stimolano la plasticità cerebrale, ovvero la capacità del cervello di considerare parte del corpo un elemento che in realtà è esterno ma che nel fatto contingente diventa una sorta di prolungamento dell’arto.
Ci sono poi sport in cui la bravura dell’atleta sta nell’eseguire nel miglior modo possibile alcuni schemi fissi noti. Ebbene, in questi casi, come nella scherma, nel karate,…, viene stimolata l’area motoria della corteccia cerebrale e delle aree subcorticali che comandano la coordinazione e la percezione del corpo nello spazio.

Il tiro con l’arco o la carabina sviluppano la capacità di concentrazione e la prassi ideomotoria, cioè la capacità di immaginare una traiettoria o una siuazione in generale e metterla in pratica.

E’ sconsigliato invece uno sport come il pugilato a causa dei ripetuti colpi alla testa: il cervello a seguito delll’urto sbatte sulla parete posteriore del cranio con conseguenti lacerazioni anche gravi.

Il fitness fa dimagrire e fa bene al cervello, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Questa voce è stata pubblicata in Fitness e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>