Il cellulare fa male alla salute?

cellulare fa maleNumerosi sono gli studi che cercano di chiarire se il’uso del cellulare faccia male alla salute. Ormai è un dato di fatto che l’esposizione continua alle onde elettromagnetiche, le stesse prodotte da cellulari, reti wi-fi, forni a microonde, telefoni cordless e chi più ne ha più ne metta, mette a repentaglio la nostra salute.

Un campo elettromagnetico viene generato quando in uno spazio limitato coesistono una tensione elettrica e un’induzione magnetica. Le nostre case sono un concentrato di campi elettromagnetici dovuti alla presenza di lavatrici, aspirapolvere, televisioni, asciugacapelli, computer…. L’esposizione alle onde elettromagnetiche può provocare due effetti: quello termico o acuto e quello non termico o cronico.

L’effetto termico provoca un innalzamento della temperatura nel derma che è tanto maggiore quanto più è massiccia l’esposizione alle radiazioni. L’effetto termico più preoccupante è quello che può portare allo sviluppo di neoplasie: in un recente convegno svoltosi a Roma è stato evidenziato come siano aumentati del 200% i tumori alla testa. E’ stato dimostrato inoltre che si hanno effetti negativi sulla salute giià a partire da un’esposizione tra i 2 e 4 Watt per chilo di massa corporea. Sopra i 4 Watt i danni sono immediati. Oltre ai tumori cerebrali possono presentarsi anche casi di tumori al nervo acustico, alterazioni della cornea e rischi di sterilità dovuti all’innalzamento della temperatura nei testicoli e nelle ovaie, motivo per cui si sconsiglia di tenere il cellulare nelle tasche dei pantaloni dato la vicinanza di dette parti.

Gli effetti non termici causano invece delle interferenze con la trasmissione delle informazioni da parte delle nostre cellule, portandole a comportarsi in modo anomalo. E’ stato dimostrato che le radiazioni modificano il flusso dello ione del calcio con la conseguenza di problemi metabolici, così come alterano la barriera ematoencefalica a cui consegue la necrotizzazione delle cellule cerebrali.

Altri problemi, seppure meno gravi, sono legati all’esposizione alle onde elettromagnetiche come l’insonnia, la tachicardia, le vertigini e la depressione. E’ emerso anche che i bambini hanno più probabilità di diventare obesi se durante la gestazione sono stati sottoposti a onde elettromagnetiche elevate come quelle del microonde, del sistema wi-fi o del cordless.

Visto che non possiamo vivere schermati da queste onde, può essere utile limitarne i danni seguendo alcuni consigli facilmente applicabili:

  • cercare di non usare il cellulare per più di 23 minuti al giorno;
  • spegnere il cellulare quando non si usa, ad esempio la notte;
  • parlare al cellulare con gli auricolari o in vivavoce;
  • evitare connessioni wi-fi in cas;
  • spengere computer e televisore quando non vengono usati.

 

Questa voce è stata pubblicata in Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>