Fibromialgia rimedi cure: è diffusa sempre di più

fibromialgia-sintomi-cure

La fibromialgia viene definita anche come sindrome fibrositica, reumatismo fibromialgico, reumatismo psico-somatico, i rimedi e le cure possono essere naturali o attraverso l’uso di farmaci specifici , tutto dipende dal grado di avanzamento della malattia stessa.

Caratterizzata da iperalgesia diffusa con particolare dolorabilità delle strutture muscolari e connettivali, molto sensibile alle variazioni metereologiche e largamente influenzata dallo stato dell’umore, senza segni locali di infiammazione, ne limitazioni funzionali. Interessa prevalentemente il sesso femminile dalla pubertà all’epoca postmenopausale. Dolori spesso riferiti come “atroci” e “dappertutto”. Andamento  ciclicoe in rapporto a fattori climatico-ambientali, endocrini, psico-emotivi. Obiettivamente: caratteristica dolorabilità alla pressione dei cosiddetti “tender points” (punti cucullari, condro-costali, epicondiloidei, scapolari sopraspinati, cervicali, lombari, glutei, cuscinetti adiposi del ginocchio, creste tibiali, etc). Frequente associazione con disturbi del ritmo sonno-veglia e turbe distoniche quali lieve ipertermia, disturbi della digestione, dell’alvo, della minzione e delle funzioni sessuali. Frequentemente riconoscibile uno sfondo ansioso-depressivo. Viene attribuita a turbe del sistema nocicettivoconabbassamentodella soglia dolorifica(mancata inibizione centrale del dolore? deficit assoluto o relativo di endorfine).

Terapia e cure per la Fibromialgia: deve essere individualizzata in rapporto con le caratteristiche fisiche e psicologiche del soggetto, fondata su: rassicurazione del paziente spesso timoroso di avere una conneltivite reumatica o una grave malattia progressiva o invalidante, individuazione e se possibile correzione o eliminazione dei fattori scatenanti (freddo, umidità, aria condizionata, stress, sovraccarico meccanico, eccessivo impegno psicologico, disturbi mestruali, eie), analgesici (inefficaci e controindicati i cortisonici!), blanda terapia con psicofarmaci (ansiolitici e/o antidepressivi), terapie fisiche in particolare chinesiterapia attiva, TENS, training autogeno, bio-feedback per condizionare sonno e rilassamento muscolare, etc.

 

citazione: Diagnostica e terapia Roversi

Questa voce è stata pubblicata in Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>