Fare sport: attenzione ai sali minerali

sali_minerali

Fare sport all’aperto, con determinate condizioni climatiche, aumenta il rischio di disidratazione e fa perdere molti sali minerali. Ecco perché mag2 magnesio pidolato aiuta a reintegrare le sostanze eliminate a causa dell’eccessiva sudorazione.

Gli sportivi professionisti sanno bene quanto e quando bere o quali sostanze assumere per evitare cali di prestazione e cali dell’efficacia muscolare, ma gli sportivi amatoriali e quelli puramente occasionali sottovalutano i rischi e non conoscono bene il proprio corpo. Per il benessere fisico è necessaria una corretta idratazione dell’organismo. Se quest’ultimo è sottoposto ad una intensa attività fisica l’idratazione e l’apporto di sali minerali deve essere proporzionato allo sforzo fatto, al tempo in cui si è perpetrato e alla sudorazione. Proprio attraverso la sudorazione il corpo perde sostanze come sodio e cloro, ma anche altri minerali quali potassio, magnesio e calcio. Bevendo si possono integrare alcuni di essi, ma per gli altri l’acqua non basta e così serve qualche integratore. Proprio questi ultimi sono sostanze universalmente accettate e utili agli sportivi.

Quali sono i minerali più importanti e quali azioni svolgono? In generale i sali minerali rappresentano solamente il 4% del nostro peso corporeo, ma svolgono importanti funzioni prendendo parte a diverse funzioni fisiologiche. Il calcio è il minerale più presente di tutti all’interno dell’organismo e, oltre a formare la massa ossea e quella dei denti, aiuta la contrazione dei muscoli, come anche il cuore, ma anche il corretto funzionamento del sistema nervoso centrale oltre che quello della coagulazione del sangue. Una carenza di calcio aumenta il rischio di contrarre fratture perché va ad indebolire le ossa. Zinco e selenio, invece, che si trovano nel latte e nei latticini, ma anche nei molluschi, hanno un forte potere antiossidante e per chi è solito fare sport sono estremamente importanti perché contrastano i danni provocati dai radicali liberi prodotti a causa della grande richiesta di energia durante l’attività fisica. Il fosforo trasporto le molecole di ATP che insieme alla creatina sono quella parte di energia che viene spesa per prima, mentre il magnesio favorisce l’attività muscolare. Il potassio, infine, regola la distribuzione dei fluidi all’esterno e all’interno delle cellule ed unito al fosforo manda ossigeno al cervello.

Per chi fa sport per oltre quattro ore e quindi sottopone il suo fisico ad un determinato sforzo l’apporto di sali minerali è indispensabile e l’attenzione su cosa assumere e quando deve essere massima.

Questa voce è stata pubblicata in Fitness, Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>