Dimagrire mangiando in ufficio? Adesso si può!

mangiare in ufficioSveglia alle 7,30, corri in ufficio, solo pochi minuti per il pranzo ed ecco che ti ritrovi di nuovo seduta alla scrivania. Se questo è il tuo stile di vita, se hai poco tempo da dedicare al pranzo limitandoti spesso a mangiare un panino, senza riuscire così a seguire la dieta a cui miri da tempo, ecco pochi e semplici consigli per ovviare al problema.

Una dieta sana ed equilibrata prevede 5 pasti al giorno associati ad una adeguata attività fisica, ma con i tempi che corrono tutto ciò diventa spesso impossibile e non resta altro che adeguarsi all’insalatina o al panino del bar. In molti, vista la crisi, si organizzano portandosi il cibo pronto da casa, ma spesso c’è l’impossibilità di riscaldarlo e si rischia davvero di mangiare sempre le solite cose.

Ecco quindi un suggerimento per organizzare al meglio la giornata di chi non vuole rinunciare a perdere qualche chiletto:

COLAZIONE
Chi lavora spesso ha poco tempo da dedicare a questo importante pasto della giornata, ma è necessario rammentarsi di quanto sia importante per far carburare il cervello:
− 1 bicchiere di latte scremato o un vasetto di yogurt, 30g di cerali o di muesli. In alternativa una fetta di pane integrale con la marmellata (spesso molti bar li hanno) e una spremuta di arancia. Caffè.

SPUNTINO
Non tutti hanno la possibilità di fare una spuntino di mezza mattina sul posto di lavoro, ma se si hanno 5 minuti di pausa è bene sfruttarli per mangiare qualcosa al fine di tenere sotto controllo la glicemia:
− è concesso consumare un frutto: pere, mele, kiwi, arance, ananas, ecc, oppure portarsi da
casa una bella macedonia, magari condita con del limone. Per lo spuntino pomeridiano
invece è bene concedersi una tazza di thè o di orzo senza zucchero.

PRANZO
Cerca di fare la spesa ogni tre giorni, organizzando così la settimana lavorativa e utilizzando in questo modo sempre cibi freschi. Ecco le tre alternative che puoi preparare:
Piatto unico:
− deve essere a base di verdura e ortaggi sia cotti che crudi (ad esempio un’insalatona);
− deve contenere cereali, legumi o comunque alimenti ricchi di fibre (ad esempio il farro, i fagioli o i ceci);
− aggiungere poi le proteine, associando ai cibi detti in precedenza della carne rossa o bianca, 0 del pesce o dei crostacei, delle uova o del formaggio magro e fresco (es. ricotta, stracchino);
− moderare il condimento, quindi poco sale e poco olio (max tre cucchiaini a pasto, circa 15ml); in alternativa si possono usare delle spezie o il limone;
Panino:
− utilizzare solo pane integrale;
− farcirlo con verdure come pomodori, insalata, spinaci, verdure grigliate (es. zucchine e melanzane);
− per la parte proteica utilizzare il tonno al naturale o del salmone affumicato. Si possono utilizzare anche gli affettati come il prosciutto crudo, la bresaola o della fesa di tacchino
(questi alimenti in quantità di 50g, la fesa invece 120g), oppure farcire con 50g di mozzarella o un paio di fette di scamorza affumicata. L’importante è saper variare e alternare i cibi di giorno in giorno;
Pasto yogurt:
− se hai a disposizione davvero poco tempo puoi pranzare con un vasetto da 200 g di yogurt mescolato ad un frutto che puoi fare a pezzetti e mettere nel vasetto;

CENA
Finalmente a casa. Dopo una giornata di lavoro la cena diventa un momento di relax dove ci si può concedere di mangiare con più calma. Il rischio che si corre però è quello di abbandonarsi un po’ troppo e c’è il pericolo di mangiare più del dovuto, ecco quindi le linee generali da seguire:
− assumere 2 porzioni abbondanti di verdure crude o cotte, anche sotto forma di zuppa, grigliate o al vapore.
− Assumere le proteine sotto forma di uova, pesce, formaggi o carne. Una buona idea potrebbe essere preparasi una bella frittata di ortaggi. Il sabato è possibile concedersi una pizza rossa
(senza mozzarella) o vegetariana.
− La sera è possibile concedersi 50g di pane integrale.
DOPO CENA
Dopo aver cenato preparatevi una bella tisana calda o una camomilla.

Ecco alcuni piatti interessanti che potete prepararvi:

A PRANZO:
1)Insalata di carote e peperoni con l’aggiunta di fesa di tacchino a pezzetti (120g), 100g di fagioli lessati e due cucchiaini di olio extravergine d’oliva. Un caffè con dolcificante o non
zuccherato.
2) insalata di finocchi, sedano, mela verde con l’aggiunta di 120g di carpaccio di vitello, 50 g di pane integrale, tre cucchiaini di olio di oliva extravergine e un caffè.

A CENA:
1) Crema di porri e patate, frittata di spinaci, verdure grigliate condite con al max tre cucchiaini di olio, 50 g di pane integrale.
2) Pinzimonio di verdure come carote, sedano, finocchio o ravanelli, 120 g di ricotta di mucca, 50 g di pane integrale.

Questa voce è stata pubblicata in Diete. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>