Dieta della frutta per dimagrire

La dieta della frutta, fatta per tre giorni, aiuta a sgonfiare in tempi rapidi.

indice glicemico

L’estate è arrivata e anche se in pochi quest’anno andranno in vacanza a causa della crisi, la tanto temuta prova costume comunque rimane. Ecco allora che sono molte le persone che cercano diete dell’ultimo minuto per perdere qualche chilo di troppo e sperare di arrivare in spiaggia con una silhouette più decente.

I dietologi consigliano sempre di rifarsi per tempo perché i chili persi lentamente sono più difficili da riprendere mentre quelli spazzati via in un tempo ristretto molto spesso rifanno capolino al primo strappo alla regola. Ma, fatta questa doversosa premessa, ecco che per quelli dell’ultimo minuto arriva in soccorso la cosidetta dieta della frutta che, come facilmente intuibile, prevede solo l’assunzione di frutta per un periodo massimo di tre giorni. Questa dieta aiuta il nostro organismo a sgonfiarsi e depurarsi e, pur non promettendo grandi cose, vi aiuterà a sentirvi più leggeri. Durante i tre giorni di dieta è necessario bere tanta acqua, almeno due litri al giorno; sono consentiti anche tè e succhi di frutta, purché non zuccherati. L’unico alimento che si può aggiungere alla frutta è dello yogurt, rigorosamente magro.

PRIMO GIORNO. A colazione una banana e un caffè, accompagnato da un succo di ananas o di arancia. A pranzo due fette di ananas e delle fragole ovviamente al naturale (non usate zucchero o miscugli vari). Da bere un tè che potrete dolcificare a piacere con una puntina di miele. A cena una bella macedonia (frutta a piacere) che può essere anche mescolata con un vasetto di yogurt magro, preferibilmente bianco. Se a metà mattinata o metà pomeriggio arriva la fame, potete mangiare una mela o una pera.

SECONDO GIORNO. Una mela e un caffè e un succo di pompelmo oppure una spremuta di arancia. A pranzo un bel frullato: una banana, una mela, una arancia e un kiwi. A cena invece ancora ananas a fette (due o tre) e un’arancia. Per l’eventuale spuntino mattutino o pomeridiano vale la regola descritta precedentemente (una pera o una mela per fermare la fame).

TERZO GIORNO. A colazione una pera, un tè dolcificato con il miele e una spremuta d’arancia o un succo di ananas. A pranzo ancora macedonia, per variare stavolta di fragole e banane e un tè. La sera bevete un frullato di mele e pere mescolato con dello yogurt bianco magro.

La dieta della frutta aiuta a depurare l’organismo; il basso apporto calorico, poi, aiuta a perdere peso in pochissimi giorni. Si può mangiare fino a un massimo di due chili e mezzo di frutta al giorno ma rigorosamente naturale (non sciroppata né tantomeno cotta). Mangiate anche la buccia, che è ricca di vitamine.

Questa voce è stata pubblicata in Diete. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>