Dieta 5:2, la dieta che brucia i grassi

dieta d'urto
L’ultima novità, in ambito di diete, è l’arrivo della dieta 5:2. Questa dieta nasce in Gran Bretagna ma sta già spopolando anche negli Stati Uniti. Le “regole” della 5:2 stanno tutte nel nome: 5 come i giorni nei quali si può mangiare e bere di tutto senza limiti, 2 come i giorni in cui bisogna osservare una sorta di quasi digiuno completo con l’assunzione di massimo 500 calorie per le donne
e 600 per gli uomini.

Così come tutte le diete drastiche, la dieta Dukan in questo senso ne è un esempio lampante, anche la dieta 5:2 ha subito trovato le feroci critiche dei nutrizionisti, fermamente convinti che sottoporre il fisico a due giorni di quasi digiuno sia alla lunga nocivo perché il corpo, dopo un massimo di 24 ore, comincia a produrre corpi chetonici che affaticano subito il fegato, i globuli
rossi e il cervello e producono dunque effetti indesiderati sull’organismo.

L’autore del libro dedicato alla nuova dieta 5:2 è Michael Mosley, giornalista medico della BBC, che ha inventato questa dieta rapida (che assicura di perdere molti chili in poco tempo) insieme alla collaborazione di Mimi Spencer. E per convincere sul reale funzionamento della sua invenzione, lo stesso Michael Mosley ha realizzato un documentario in cui mostrava gli effetti che la dieta 5:2 aveva avuto su di lui che in pochissime settimane era riuscito ad acquistare un peso forma invidiabile.

Il segreto della dieta 5:2, che può essere seguita per un massimo di cinque settimane, è la riaccelerazione del metabolismo. Nei due giorni di digiuno osservati da coloro che si sottopongono a questa dieta, il corpo consuma più grasso tra cui anche quello accumulato nei cinque giorni precedenti dove si è mangiato normalmente. E bruciando più grasso l’individuo dimagrisce velocemente e senza soffrire la fame, aspetto questo particolarmente interessante per coloro che devono dimagrire. Durante il periodo di dieta si può mangiare qualsiasi cosa: caldamente consigliate sono le proteine, ma nei cinque giorni nei quali si può mangiare di tutto, anche frutta, verdura e carboidrati sono contemplati in quantità illimitate. Nei due giorni successivi, però, bisogna tirare la cinghia limitandosi a ingerire pochissime calorie.

La dieta sta spopolando in Inghilterra ma la National Health Service, ovvero il servizio sanitario britannico, ne ha preso subito le distanze dicendo che la 5:2 è una dieta sbagliata e che non si appoggia su basi solide tali da poter scongiurare danni alla salute per tutti coloro che vi si sottopongono.

Dieta 5:2, la dieta che brucia i grassi, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Questa voce è stata pubblicata in Diete e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>