Curarsi con le erbe: Il tè verde funziona o no

Curarsi con le erbe è un’ottima soluzione soprattutto per prevenire , il tè verde è sicuramente una delle erbe curative più importanti per le sue innumerevoli proprietà rimineralizzanti ed attivanti del sistema nervoso

curarsi con le erbe tè verde

Continuiamo il nostro viaggio su come curarsi con le erbe e andiamo a vedere i vantaggi di un’altra pianta la Camellia sinensis anche denominata tè verde del quale esistono numerose qualità con proprietà organolettiche diverse in base al terreno ed alla metodologia di essiccazione delle foglie.

  • Verde
  • Nero
  • Oolong

Durante la preparazione le foglie di tè verde sono trattate con vapor acqueo per inibire  l’ossidazione dei polifenoli. Una tipica tazza di tè verde da 200ml contiene circa 240-320 mg di polifenoli di cui il maggior rappresentante è l’EPCG.

 

Azione curativa del tè verde

Il tè verde è ricco di polifenoli antiossidanti e tra questi, come dicevamo, il più attivo e importante per percentuale, è l’epigallocatechina -3- gallato (EGCG). Le proprietà chimico biologiche di questo composto sono per lo più dovute alla sua attività antiossidante in grado di rallentare la perossidazione lipidica (LDL). L’attività anti infiammatoria è solo di recente stata verificata in laboratorio ed è uno degli aspetti fondamentali di questa erba curativa per la vita di tutti i giorni.

La sua attività  si manifesta biologicamente con l’inibizione dell’attività della COX2 e della 5-lipossigenasi. Questa funzione  riduce notevolmente la produzione di eicosanoidi pro infiammatori come le prostaglandine ed altre molecole in grado di dare avvio a processi degenerative sugli organi e le articolazioni. Le dosi giornaliere consigliate per questa erba a fini curativi sono di circa 200-300mg ed il suo effetto si esplica soprattutto a livello del sistema cardiovascolare e metabolico.

Tè verde e perdita di peso

Il tè verde è infatti utilizzato anche come erba curativa per attivare il metabolismo e perdere peso. Molti studi hanno infatti verificato che la Camellia sinensis è in grado di modulare l’assorbimento degli zuccheri ed il loro deposito sotto forma di grasso. L’azione proncipale si esplica con una riduzione a livello cellulare della molecola GLUT4 , carrier fondamentale nella risposta all’insulina per l’assorbimento del glucosio dal sangue alle cellule. L’azione dell’EPCG avviene per lo più sulle cellule adipose evitando  l’accumulo di zucchero sotto forma di grassi. Nelle cellule muscolari l’effetto del tè verde è contrario, in queste infatti  l’EPCG induce un aumento della percentuale di GLUT4. Il risultato finale: si brucia più zuccheri e si accumula meno grasso

Assorbimento e biodisponibilità delle erbe curative

putroppo come molte atri molecole benefiche, la molecola di EPCG a livello biologico va incontro a metilazione, glucoronidazione e solfatazione che ne riduce una volta assorbita la sua biodisponibilità e azione anti infiammatoria ed anti cancerogena.

Al fine di aumentare la biodisponibilità di questo complesso naturale la piperina , un alcaloide derivato dal pepe nero, è stata utilizzata ampiamente per inibire i processi di glucoronidazione attraverso l’inibizione dell’enzima 3-hidroxybenzoalpirene(nei topi da laboratorio). Il pepe nero è quindi un integratore naturale da utilizzare in concomitanza di molte altre erbe curative per ridurre i processi biologici di gluconosinazione e quindi aumentare la biodisponibilità dei composti naturali e curativi presenti nelle erbe. Per quanto riguarda però il processo di inibizione del fattore attivo del tè verde a livello epatico, sembra che la piperina non sia in grado di fermare il processo di disattivazione biologica in quanto in questo organo avviene un processo di metilazione che riduce i livelli di EPCG nel corpo.

La piperina comunque è in grado di aumentare la biodisponibilità di questo composto nel sangue agendo a livello intestinale attraverso una diminuzione dello svuotamento gastrico-intestinale.

Questa voce è stata pubblicata in Salute e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>