Curare l’emicrania con l’agopuntura

agopuntura

In coloro che soffrono di emicrania acuta, spesso il mal di testa è accompagnato da forti nausee che possono rendere difficoltosa ed inefficace l’assunzione di farmaci specifici per il problema. Uno studio recente ha evidenziato come la nausea da emicrania sia superabile attraverso l’acupressione, una tecnica che prevede la pressione costante e continuativa di un punto specifico dell’agopuntura.
Il punto in questione è il P6, chiamato Neiguan dalla medicina tradizionale cinese che da secoli lo usa per regolarizzare gli organi nella zona del torace e addominale, con effetti calmanti e ansiolitici.

Per individuarne la posizione precisa basta staccare 3 dita sull’interno dell’avambraccio partendo dalla piega del polso. Sotto il terzo dito si trova il P6 sul quale si deve esercitare una pressione costante. Tale tecnica può essere anche di tipo manuale e in questo caso non si parla di acupressione ma di digitopressione, ma poichè il trattamento per essere efficace deve durare almeno 4 ore, ci rendiamo subito conto che non sarebbe possibile tenere premuto il punto per un tempo così lungo e con la stessa intensità. Senza considerare che per tutto il tempo, ogni altra forma di attività sarebbe impedita.

Per questo motivo in commercio esistono dei braccialetti elasticizzati con un bottone sferico da posizionare sul P6. Questi braccialetti possono essere indossati già quando si riconoscono i primi sintomi che fanno preludere alla nausea e vanno tenuti almeno 4 ore anche se nausea e mal di testa dovessero passare. E’ consigliabile portare entrambi i braccialetti sugli avambracci.
Uno studio condotto su 40 donne, che fra l’altro sono i soggetti più colpiti da questo disturbo, ha confermato l’efficacia del trattamento nell’86% dei casi.

L’acupressione in realtà non sostituisce il ricorso ai medicinali tradizionali poichè agisce sul sintomo in atto e non in modo preventivo, pertanto è utile utilizzarla in abbinamento alla cura prescritta contro l’emicrania. L’acupressione poi, non avendo effetti collaterali, è indicata anche per anziani, donne in gravidanza e persino bambini che manifestano nausee frequenti legate al mal di macchina.

Questa voce è stata pubblicata in Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>