Consigli per una corretta igiene orale

igiene oraleSono molte le persone che trascurano l’igiene dentale, non sapendo che al di là del lato estetico, una scarsa pulizia orale può provocare infezioni in altre parti del corpo e problemi di emicrania e alla colonna vertebrale.
Bastano pochi minuti al giorno per assicurarsi un sorriso smagliante e scongiurare spiacevoli controindicazioni.

  1. I denti vanno lavati almeno 3 volte al giorno dopo i pasti principali che sono la colazione, il pranzo e la cena. Una scarsa igiene porta alla formazione della placca dentale che si deposita principalmente tra gli interstizi dei denti. Questa rappresenta un terreno fertile per i batteri che conseguentemente vi si annidano. Se la placca non viene rimossa si trasforma in tartaro, un aggregato durissimo che predispone alla malattia paradontale. Inoltre, la presenza combinata di placca e batteri, dà origine ad un ambiente acido che a stretto contatto con i denti, ne indebolisce lo smalto regalando così un più facile accesso allo Streptococco mutans, artefice delle carie.
  2. Lo spazzolamento dei denti deve avvenire secondo un movimento verticale dalla gengive verso il basso, per l’arcata superiore, verso l’alto per l’arcata inferiore. Per quanto sia una pratica diffusa, è sbagliato spazzolare i denti in senso orizzontale perchè in questo modo si rischia di staccare le gengive dai collettori dentali e anche perchè la placca non viene rimossa bensì spostata da una parte all’altra.
  3. Dopo aver lavato i denti è buona norma passare il filo interdentale per rimuovere i residui di placca che non sono venuti via con lo spazzolino.
  4. E’ preferibile usare spazzolini con le setole morbide per evitare di aggredire lo smalto con setole troppo dure. Lo spazzolino andrebbe cambiato ogni 3 mesi o almeno quando le setole appaiono consumate.
  5. Oltre ai denti va spazzolata anche la lingua partendo dal fondo verso la punta. Molti spazzolini dietro alle setole per i denti, hanno una piccola spazzolina da utilizzare per pulire per la lingua.
  6. E’ preferibile usare dentifrici contenenti fluoro che aiuta a prevenire la carie.
  7. Anche i denti da latte vanno curati perchè devono mantenere in salute lo spazio che verrà poi occupato da quelli definitivi.
  8. Educare già da piccoli i bambini alla pulizia del cavo orale. Addirittura è possibile, ancor prima che spuntino i primi dentini, passare delicatamente una garza inumidita sulle gengive del neonato.

Una corretta igiene, come dicevamo all’inizio, previene infiammazioni in altre parti dell’organismo. Infatti è stato dimostrato che il sistema circolatorio può trasportare i batteri della bocca in altre parti del corpo, in particolare la parodontite può innescare un rischio di malattie cardiovascolari nel caso in cui i batteri raggiungano cuore e coronarie.

Questa voce è stata pubblicata in Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>