Condizionamento metabolico: il modo migliore per perdere peso

condizionamento-metabolico

Il condizionamento metabolico anche definito “METCON” è una tecnica di allenamento che permette di agire sui 3 sistemi energetici del corpo:

  1. Sistema creatina -fosfato
  2. Sistema glicolitico
  3. Sistema ossidativo

Questi tre sistemi energetici si sono evoluti per sostenere il movimento muscolare nel tempo agendo rispettivamente sulla risposta alla contrazione nell’immediato (pochi secondi) per alcuni minuti ed infine per alcune ore.

Se vogliamo dimagrire e perdere peso il modo migliore per farlo è quello di unire una dieta low carb, come abbiamo visto nell’articolo precedente, ad un allenamento metacolico poichè la sinergia dei due approcci è la via vincente contro la lotta al sovrappeso. 

La somministrazione di molecole specifiche con la dieta unite all’allenamento intenso e di breve durata tipico del condizionamento metabolico daranno il boost necessario per modificare il vostro metabolismo questo ve lo garantisco in base ad anni di esperienza con molti clienti.

Il condizionamento metabolico  deve avvenire in tre fasi andando ad agire sui vari sistemi energetici in modo da isolarli e renderli più efficienti prima di integrarli in un solo metodo.

Il primo è quello della creatina fosfato utile per la contrazione nell’immediato dell’esercizio, questo sistema viene sollecitato da esercizi di breve durata ma con un carico per il muscolo piuttosto elevato quindi deve essere affettuato con dei pesi come il kettlebell. Tipici esercizi possono essere lo snatch, gli affondi trasversali e gli affondi con il kettlebell sopra la testa.  Le serie devono essere non più di 5 con poche ripetizioni. Questa serie di esercizi però vanno eseguiti nella fase finale dell’allenamento quando le fibre muscolari sono stanche e possono utilizzare solo la creatina.

Il sistema glicolitico si allena con gli scatti, massimo 800 metri ma se siete in casa potete eseguire degli affondi prima da unire a degli skip con le ginocchia molto alte per 10 secondi con recupero attivo. Per allenare questo sistema energetico bisogna però affrontare una dieta a basso indice glicemico e una dieta low carb. La riduzione degli zuccheri nel muscolo accumulato come glicogeno renderà molto più efficienti gli enzimi coinvolti nella trasformazione del glucosio in acido lattico e gli enzimi coinvolti nel ciclo di cori  .

Infine il sistema ossidativo che viene utilizzato anche nel condizionamento metabolico. Il sistema ossidativo utilizza i mitocondri come fonte di energia e l’ossigeno come accettore finale della catena di elettroni per generare ATP. E’ il sistema più efficiente da un punto di vista quantitativo  sostiene la contrazione muscolare per lungo tempo soprattuto le fibre ti tipo I e IIA ed è il nostro alleato per la perdita di peso, è infatti il solo sistema in grado di bruciare i grassi per generare energia . Questo sistema energetico si allena coinvolgendo nel movimento il maggior numero si muscoli e catene cinetiche con una intensità moderata e per lungo tempo.

  • Affondi alternati a flessioni
  • Addominali alternati a salti pliometrici
  • Palla medica e kettlebell

un allenamento funzionale tipico con recupero attivo.

Una volta separati i vari livelli con dei circuiti di due settimane dove ogni 2 giorni si allena un sistema energetico specifico, il segreto per dimagrire è quello di unire il circuito in un singolo allenamento dove si inizia con un riscaldamento muscolare attivo si parte poi con un circuito funzionale 90/30 scalando nel tempo a 20/10 per poi finire con un allenamento meno intenso ma della durata di almeno 30 minuti. Il totale dell’allenamento metabolico per poter indurre un condizionamento a livello enzimatico ed agire sul tessuto adiposo deve avere una durata minima di 45 minuti e massimo di 75 minuti. L’alta intensità è in grado di liberare l’adrenalina necessaria per agire sul rilascio da parte del tessuto adiposo delle molecole di grasso. Inoltre l’abbassamento dei livelli di cortisolo nel sangue per un adattamento metabolico renderà il grasso più mobile migliorando la figura e la tonificazione.

Questo  allenamento metabolico deve avvenire per circa 3 settimane , durante le quali dovete associare un regime alimentare ipocalorico e privo di zuccheri (apporto massimo di 150gr /die). Alla fine del ciclo dovrete re-integrare gli zuccheri ad un massimo di 250gr/die e ridurre l’allenamento a 20 minuti al giorno tutti i giorni.

Vi garantisco il successo nella perdita di peso e la tonificazione necessaria a mantenere la vostra figura.

Ovviamente questi sono consigli basati su numerose ricerche fatte su articoli scientifici pubblicati e si basano su deduzioni personali , consultare il medico prima di svolgere un programma specifico sempre e continuate a muovervi anche se solo in casa perchè è questo lil solo segreto ad una vita sana.

Questa voce è stata pubblicata in Dimagrire, Fitness. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>