Come ridurre la fame naturalmente

ridurre la fame
E’ impossibile perdere peso ricorrendo solo a farmaci o ad altre sostanze seppur naturali: per dimagrire è necessario tenere un regime alimentare controllato e praticare almeno trenta minuti di attività fisica tre volte alla settimana, può essere sufficiente anche camminare veloce.

Inoltre impostando i pasti secondo un certo ordine, possiamo fare in modo che gli alimenti ingeriti vengano assimilati più lentamente facendoci sentire sazi senza troppi eccessi calorici. L’ideale sarebbe mangiare un frutto prima dei pasti seguito da un’abbondante porzione di verdura di stagione, per poi proseguire con piatti a base di cereali integrali e proteine.

Per aiutarci però nella dieta possiamo ricorrere a dei rimedi naturali che stimolano il metabolismo e tengono a freno gli attacchi di fame regalandoci da una parte un senso di sazietà e dall’altra evitano il senso di privazione che si accompagna solitamente alla dieta.

I rimedi naturali sono sempre quelli, ovvero gli oligoelementi, la fitoterapia, i fiori di bach e l’omeopatia.

Gli oligoelimenti utili in questi casi sono:

  • zinco e cobalto che riducono la glicemia, livello di glucosio nel sangue, ed il senso di fame;
  • cromo picolinato, che regola la produzione di insulina tenendo a freno la fame;
  • combinazione di zinco-nichel-cobalto che agiscono sul metabolismo di grassi e zuccheri.

I rimedi fitoterapici sfruttano le proprietà delle piante e dei loro estratti per curare malattie e ristabilire il benessere del corpo. Questi vanno assunti in forma di tintura madre o di compresse. Ugualmente indicate le tisane di erbe che possono essere consumate da sole o abbinate ad altri rimedi.
Tra le erbe consigliate ci sono:

  • glucomannano, aiuta a ridurre il senso di fame poichè questa fibra vegetale aumenta di volume a contatto con l’acqua;
  • guaranà, ginseng, cacao e maca, sostanze nervine che aiutano lo smaltimento dei grassi;
  • alga fucus, Ascophyllum nodosum, alga spiriluna, Coleus forskohlii che agiscono sulla tiroide stimolando il metabolismo.

I fiori di Bach indicati in questi casi, da prendere sotto la lingua, discolti in un bicchiere di acqua o nell’acqua del bagno, sono invece:

  • Cherry plum, per chi alterna alla dieta ferrea periodi di ingordigia;
  • Centaury, aumenta la forza di volontà aiutando a non cadere in tentazioni alimentari;
  • Acacia catechu, riduce il senso di appetito.

L’omeopatia consiglia i seguenti rimedi da prendere a bassa diluizione comunque dopo aver consultato l’omeopata per dosi, tempi e modalità di somministrazione:

  • Thiroidinum e Hipofisis per regolare l’attività tiroidea;
  • Hypothalamus, per ridurre senso di fame;
  • Antimonium crudum per calmare gli attacchi di fame improvvisa;
  • Anacardium orientalis contro i continui peccati di gola.
Questa voce è stata pubblicata in Dimagrire. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>