Come prevenire l’ipertensione

prevenire ipertensione
La natura è saggia, per questo il corpo ci invia dei segnali se qualcosa non va bene. Ciò nonostante, oggi siamo occupati e preoccupati di così tante cose che facciamo sempre meno caso a questi segnali e ci rendiamo conto che qualcosa non va solamente quando qualche disturbo si ė già manifestato ed è anche magari in uno stadio avanzato.

Avere ad esempio la pressione più alta del normale è uno degli avvisi che il nostro corpo ci invia. C’è chi spera che scompaia spontaneamente, ma quando si tratta della circolazione del sangue e la pressione che questo esercita sui vasi sanguigni, le cose non sono così facili e bisogna dare una mano all’organismo affinchè recuperi l’equilibrio perso e possa la pressione normalizzarsi.

L’ipertensione colpisce quasi una persona su 5, con prevalenza tra quelli dai quaranta agli ottant’anni. Si tratta di cifre allarmanti se consideriamo che l’OMS la ritiene tra le principali cause di morte nel mondo, con il tredici per cento dei decessi, secondo i dati della SIIA (Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa).

Ciò accade perché quando il sangue circola a una velocità eccessiva va a premere sulle pareti delle arterie e ciò porta, con il passare del tempo e se non vi si pone rimedio, conseguenze negative per l’organismo, come aumento delle dimensioni del cuore, infarto o attacco cardiaco, ictus celebrale, problemi ai reni, cecità o Alzheimer.

Nonostante la gravità del disturbo, solo un italiano iperteso su quattro si rivolge a una terapia adeguata. Uno dei principali motivi per cui questo accade è la mancanza di informazione: molte persone pensano che una pressione sistolica (quella conosciuta come massima) fra i centoquarantacinque e i centocinquanta mmHg (millimetri di mercurio) non sia elevata. Ma la verità è che se questo valore è maggiore di centotrenta per la massima e di ottantacinque per la minima,nonostante non ci sia un rischio immediato per la salute, è bene fare degli accertamenti. Se infatti l’aumento della pressione non si accompagna a sintomi ed avvisaglie più evidenti, molti non ritengono necessario sottoporsi a dei protocolli.

Come forma di prevenzione per non essere iperteso è sufficiente:

  • cercare di non essere in sovrappeso;
  • praticare un attività fisica, anche leggera ma costante, per mantenere dei livelli corretti di pressione arteriosa;
  • mangiare preferibilmente sciocco;
  • prediligere alimenti ricchi di potassio e magnesio come ortaggi e verdure a foglia, cavolfiore, piselli, patate, zucca, albicocche, prugne, banane e uva;
  • bere molta acqua;
  • ridurre al minimo il consumo di sostanze nervine, come tè, caffè e cioccolata;
  • evitare fumo e alcolici che aumentano la pressione arteriosa;
  • ridurre al minimo lo stress.

 

 
-Inoltre ci sono le ultime novità riguardanti le cure per abbassare la pressione.

Questa voce è stata pubblicata in Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>