Come depurare il fegato: usare le giuste erbe al momento giusto

Come depurare il fegato in modo naturale attraverso le erbe come il tarassaco e l’elicriso ma anche la Rhodiola. Queste piante sono dei rimedi naturali alla base di ogni depurazione organica e tissutale

Come depurare il fegato , una domanda lecita poichè il fegato rappresenta uno degli organi più importanti per la nostra salute ed è inoltre sempre sollecitato da numerose tossine, composti chimici dannosi, alergeni , composti medicinali . Ogni molecola che viene digerita attraverso la vena porta viene inviata al fegato per essere filtrata ed analizzata, le cellule epatiche hanno numerosi enzimi specifici che permettono delle reazioni di disattivazione con reazioni di ossido riduzione e glucoronazione. Questo sistema però se agredito costantemente ed in quantità troppo elevate dalle tossine presenti nel cibo sopratuttto e dell’alcool va in crisi e quindi le tossine iniziano a sfuggire al fegato e penetrano nel circolo sanguigno per raggiungere altri distretti dove causano infiammazione e danni tissutali e organici. E’ quindi fondamentale giornalmente depurare il fegato fornendo un aiuto di enzimi e pre composti che il fegato puà utilizzare per migliorare la sua azione di depurazione e filtrazione.

Usare le gisute erbe diventa quindi fondamentale , le tre erbe più importanti a mio avviso per depurare il fegato in modo naturale sono:

1) Elicriso: Una pianta molto importantedi cui si utilizza la parte fiorita la presenza di flavonoidi come la quercitina , la presenza di ftalidi di pirano derivati  e di acido caffeico. Le attività principali della pianta sono antiossidante balsamica antinfiammatoria. L’uso principale della pianta è per le epatopatie. Il meccanismo degli estratti di elicriso sul metabolismo epatico non è stato ancora stabilito la sua funzione antinfiammatoria agisce soprattutto sull’ACTH e corticon simile.

2) Tarassaco: il famoso dente di leone o piscialletto si può utilizzare il fiore o la pianta intera, presenta nella racide fruttosio inulina che è un forte probiotico, lattoni alcol triterpenici acido caffeico potassio, la sua azione principale è depurativa e diuretica permette infatti una azione preventiva della liasi biliare . Il tarassaco stimola le funzioni epatiche attraverso l’aumento della contrazione della cistifellea sia l’aumento della secrezione biliare. L’azione infine diuretica superiore rispetto alla maggior parte delle altre piante il cui utilizzo è consigliato in tutte le terapie naturali per depurare il fegato ed i reni. IL drenaggio è infatti una fase fondamentale della depurazione perchè solo con un ricambio di liquidi tissutale extracellulare e intracellulare si può ottenere una vera e propria depurazione del fegato e degli organi emuntori

Questa voce è stata pubblicata in Dimagrire. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>