Chirurgia estetica per migliorare il rapporto con se stessi

chirurgia estetica

Ricorrere alla chirurgia estetica, a differenza di quanto si possa pensare, non è solo “una moda”, una tendenza. Spesso, infatti, diventa una necessità, in seguito a un incidente, a una malattia o dovuta al disagio nel rapportarsi con gli altri.

Se da un lato è vero che spesso si ricorre alla chirurgia solo per una questione puramente estetica (come largamente diffuso nell’opione pubblica), dall’altro sempre più persone si ritrovano letteralmente “costrette” a questo genere di interventi.

I gravi incidenti automobilistici sono solo un esempio. Ma in questa casistica rientrano anche alcune gravi malattie e danni provocati ad esempio da ustioni, risse, incidenti domestici, etc. Diverso, invece, il discorso per coloro che ricorrono alla chirurgia estetica perché a disagio con gli altri e, più in generale, nel rapporto con l’ambiente circostanza. Subentra in questi casi anche la psiocologia.

Avere, ad esempio, un naso particolarmente pronunciato è uno dei principali motivi che spingono persone comuni a sottoporsi ad un intervento per la riduzione. E non si tratta affatto di vip, personaggi dello spettacolo o miliardiari. Persone normali – dall’operaio alla casalinga – che si ritrovano praticamente obbligati ad affidarsi alla chirurgia estetica per risolvere un problema chiaro ed evidente che comporta imbarazzo. E magari anche qualche difficoltà nel mondo del lavoro, nella sfera sentimentale o in quella delle amicizie.

L’importante, come sempre, è evitare luoghi comuni sull’argomento, non associare questo genere di attività ai “vizi” dei personaggi famosi e riflettere sull’importanza che riveste la chirurgia estetica, anche da un punto di vista sociologico, per eliminare il disagio nei rapporti umani che una persona con evidenti difetti estetici può manifestare.

Fonte: Istituto Estetico Italiano

Chirurgia estetica per migliorare il rapporto con se stessi, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Questa voce è stata pubblicata in Salute e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>