Caccia ai parabeni: perché fanno male?

Sono sempre di più i prodotti per la cura e la bellezza del corpo che riportano la scritta “senza parabeni”. Ma cosa sappiamo veramente su questo ingrediente “incriminato”? Scopriamolo insieme.

crema_viso_corpo_senza_parabeni

I parabeni non sono altro che conservanti. Vengono utilizzati dalle industrie cosmetiche proprio per evitare che i prodotti si deteriorino facilmente all’interno delle confezioni. Li troviamo, infatti, soprattutto nelle creme per il viso e per il corpo, nei bagnoschiuma, nei prodotti per il make-up, nei dentifrici, nei deodoranti e persino in molti prodotti per i bambini.

La maggior parte di noi, tende a riporre tutti questi prodotti in bagno, il luogo più umido della casa. È proprio l’umidità, quindi, che aumenta il rischio che i cosmetici possano “invecchiare” più facilmente, seppure riposti in confezioni sigillate.

Oltre a questo aspetto, bisogna considerare anche che spesso le creme per il corpo e tutti i prodotti che vengono conservati all’interno di vasetti e altri contenitori più esposti all’aria e al contatto con le mani, possono essere facilmente attaccati da funghi e batteri, che finiscono inevitabilmente sulla nostra pelle.

Per evitare che tutto ciò possa verificarsi, le industrie ricorrono all’utilizzo dei conservanti. I più utilizzati, per via del basso costo e dell’elevata efficacia, sono proprio i parabeni.

La loro pericolosità nei confronti della nostra salute è legata principalmente al fatto che i parabeni non riescono ad essere eliminati, una volta utilizzati, ma riescono invece a penetrare nella nostra pelle in profondità.

Normalmente, tutte le sostanze che vengono a contatto con la pelle, subiscono una serie di processi che servono proprio a scomporle e a renderle facilmente eliminabili dall’organismo. Tutto ciò non si verifica per i parabeni, che invece si accumulano progressivamente nella pelle, senza poter essere scomposti ed allontanati.

Secondo alcuni studi, sembrerebbe esserci una correlazione tra l’uso dei prodotti contenenti parabeni e l’aumento dell’incidenza dei tumori mammari. Queste sostanze chimiche, infatti, potrebbero interferire negativamente con gli ormoni prodotti dal nostro corpo, con conseguenze molto pericolose.

Si tratta in ogni caso ancora di un’ipotesi non confermata.

Ma come possiamo capire se un prodotto contiene o meno i parabeni?

In questo caso è sufficiente leggere attentamente l’INCI riportato sull’etichetta. Il nome degli ingredienti è inserito in latino, per utilizzare una terminologia universale per tutti i Paesi. Dobbiamo pertanto trovare una delle molteplici forme, tra cui butylparaben, methylparaben, isobutylparaben, ethylparaben, propylparaben e benzylparaben.

Tuttavia, non tutti i parabeni sono nocivi per il nostro corpo. Anche secondo le attuali normative, infatti, l’utilizzo da parte delle industrie cosmetiche di ethylparaben e methylparaben è consentito, perché rappresentano delle forme innocue di parabeni.

Al contrario, grazie alla grande diffusione dei prodotti privi di parabeni e delle campagne di sensibilizzazione, è stato ufficialmente vietato l’utilizzo di tutti gli altri tipi di parabeni nei prodotti cosmetici.

Attenzione ai prodotti naturali. Non tutti i cosmetici, infatti, che si spacciano per naturali, in realtà lo sono davvero. Ricordatevi quindi di leggere sempre attentamente le etichette.

Questa voce è stata pubblicata in Bellezza, Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>