Attacchi di Panico, consigli pratici e funzionali

attacchi di panico cosa fare

Molto stesso, osservando quello che offre il Web, se digitiamo su google “attacchi di panico” troveremo una serie di siti, notizie e descrizioni di gran lunga esaustive su come si strutturi questo tipo disturbo psicologico invalidante e eventuali di terapie più o meno efficienti per la cura di quest’ultimo.

Ciò che manca, a mio parere di professionista del settore, sono una serie di consigli pratici, utili ed efficienti su che cosa fare o non fare se si è colpiti da questo tipo di disturbo.

Vediamoli insieme:

  • Parlare della Paura. Parlare con tutte le persone che ci circondano degli attacchi di panico è rischioso. La paura si alimenta con la paura stessa quindi, il parlare della paura, è come annaffiare quotidianamente una pianta con del fertilizzante speciale. La pianta crescerà a dismisura fino a che ci intrappolerà tra le sue radici dalla quale sarà sempre più difficile uscire quindi abbi paura di parlare della paura!, parlane solo con uno specialista.
  • Chiedere aiuto alle persone che ci circondano è la seconda soluzione disfunzionale a cui spesso ricorrono le persone che soffrono di questo tipo di disturbo. Tutte le volte che chiediamo aiuto alle persone a noi care abbiamo come risposta due tipi di messaggi: il primo messaggio, più superficiale e banale, che riceviamo è “va bene, capisco, ti aiuto perché ti voglio bene”; il secondo messaggio, più subdolo e screditante, è “ok ti aiuto perché da solo non ce la puoi fare”. Questo 2° messaggio è molto pericoloso perché mantiene il soggetto all’interno del problema screditandolo continuamente e azzerando le proprie risorse. Non delegare!, per quanto tu possa, cerca di fare le cose autonomamente, anche le più banali.
  •  Evitamenti. Tutte le volte che si evita di fare qualsiasi cosa per paura che possa succedere qualcosa di brutto, come avere un attacco di panico, si alimenta il problema. Tutte le volte che si evita di affrontare una situazione, automaticamente si peggiora. Smetti di evitare e rivolgiti ad uno specialista, solo lui ti può veramente aiutare!
  • Farmaci. In caso di attacchi di panico, i farmaci, sono esclusivamente un palliativo. I farmaci hanno la funzione di mantenere la persona calma, intontita, priva di pensieri ma, con il passare del tempo, per ottenere gli stessi effetti iniziali i dosaggi dovranno essere aumentati arrivando così all’assunzione quotidiana di un cocktail letale di medicinali che imprigionerà la persona, sempre più a fondo, nel problema. Pensaci!

Se, leggendo questo articolo, ti ritrovi in queste riga, non esitare a contattare uno specialista…. “La vita è troppo breve, per stare male”. Evita di evitare, rimboccati le maniche e affronta il problema, i medicinali non sono la cura ma solo un supporto… in casi estremi.

 

Questa voce è stata pubblicata in Salute e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>