Allenamento migliore per dimagrire: mai provato Metabol_X

allenamento migliore dimagrire

Tutti si domandano quale sia l’allenamento migliore per dimagrire: l’efficacia del risultato non è solamente un fattore legato alla tipologia di allenamento eseguito in palestra ma il vero dimagrimento è legato anche al regime alimentare che viene seguito durante il periodo di allenamento stesso. Il corpo sia  livello fisiologico sia a livello molecolare si adatta infatti molto velocemente all’ambiente esterno. Se questo infatti è carente di determinate molecole e determinati stimoli le reazione degli ormoni inficiano ogni vostro sforzo ottenuto in palestra, metabolismo ridotto, utilizzo da parte della muscolatura di carboidrati invece di grassi ect.

In generale l’esercizio fisico è in grado di modificare la percentuale di grasso accumulato a livello viscerale e a livello sottocutaneo addominale. Sembra che i distretti adiposi siano regolati in modo indipendente quindi quale può essere l’allenamento migliore per dimagrire, esiste un allenamento in grado di aggredire in modo più incisivo alcuni distretti adiposi rispetto ad altri? Esiste una teoria denominata: “Spot reduction” che prende in considerazione proprio questi aspetti di cui di seguito indicheremo alcune caratteristiche specifiche

Durante l’esercizio fisico la temperatura corporea aumenta nei muscoli in contrazione e questo avviene anche nei tratti muscolari adiacenti alla fascia maggiormente sollecitata dall’allenamento. L’aumento della temperatura a livello muscolare induce un aumento della concentrazione di grassi all’interno del sistema circolatorio periferico quindi sembra che via sia una relazione stretta con la temperatura interna del muscolo e l’attivazione del tessuto adiposo sottocutaneo durante l’esercizio fisico.

Inoltre durante l’allenamento i livelli di epinefrina e norepinefrina sono dei potenti stimolatori del rilascio di grasso tissutale utilizzato dai muscoli in contrazione aerobica come fonte di energia.

Come già sappiamo il rilascio di epinefrina è maggiore quanto più è elevata  l’intensità dell’allenamento. L’epinefrina è infatti un ormone ed agisce a livello molecole sulle cellule muscolari e adipose , ma è anche un potente neurotrasmettitore del sistema nervoso simpatico e l’azione di questa molecola sul rilascio di grassi, potrebbe avvenire anche attraverso l’attivazione di circuiti neurali in grado di coinvolgere diversi fibre anche lontane dal sistema fasciale in diretta contrazione durante l’allenamento.

L’azione del sistema nervoso sulle cellule del tessuto adiposo è quindi un passo fondamentale per mettere in circolo gli acidi grassi che verranno utilizzati dalle cellule muscolari. Lo stimolo elettrico oltre a quello di tensegrità fasciale, è alla base della stimolazione dei diversi distretti energetici per l’allenamento. Infine l’intensità dell’allenamento è causa di un aumento dei livelli ematici e tissutali di interleukina 6 molecola dello stress psico-fisico. Questa citochina è  un altro attivatore della lipolisi sottocutanea distrettuale.

in definitiva l’allenamento migliore per dimagrire è quindi un allenamento in grado di stimolare al massimo

  • la temperatura dei muscoli coinvolti nella contrazione
  • il sistema nervoso localizzato
  • il rilascio di noradrenalina che è direttamente collegata con l’intensità dell’allenamento
  • il rilascio di interleuchina 6
Questa voce è stata pubblicata in Fitness. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>